VIKINGS BATTONO I RAZORBACKS

PARTITA DURA E COMBATTUTA CHE GRAZIE AL GRANDE RISULTATO DI 32 A 16 PERMETTE AI VIKINGS DI RIMANERE IN CORSA PER I PLAY OFF

Serata speciale quella di sabato presso il campo Cus di Grugliasco, casa dei Razorbacks Piemonte, dov’erano ospiti i Vikings Cavallermaggiore per una sfida tra le due new entry del girone che si sono dimostrate agguerrite e determinate. La partita era infatti importante per entrambe le squadre che con la sconfitta avrebbero dovuto dire probabilmente addio ai play off.

Si parte alle 21 con il kick off calciato dai Razorbacks che consegnano la palla ai Cavallermaggioresi che risentono del carico di tensione e non riescono a realizzare molto, dovendo così far entrare in campo la propria difesa che con perseveranza blocca ogni tentativo di avanzamento dei padroni di casa.

Il secondo drive dell’attacco vichingo porta il primo colpo di scena grazie ad una corsa di oltre 60 yards di Marwane Moumine che va dritto in touchdown portando il punteggio sul 0-6. La trasformazione viene annullata a causa di un fallo. Il primo quarto si chiude con un lavoro maestrale delle difese che non permettono avanzamenti importanti ad entrambe le compagini.

Il secondo quarto vede i Vikings subire una safety da parte dei cinghiali che sbloccano il loro tabellone con due punti. La reazione dei Cavallermaggioresi non si fa attendere troppo e quasi allo scadere del tempo entrano nuovamente in meta con la ricezione di Francesco Maniezzi sul passaggio del quarterback Peter Ferlemann. Non riesce la trasformazione da due punti e si arriva così all’intervallo con il punteggio di 2-12.

La ripresa vede entrambe le formazioni agguerrite con buoni giochi sia degli attacchi che delle difese che schierano tutte le proprie abilità per guadagnare ogni centimetro utile ad aggiungere punti sul tabellone.

Il terzo quarto si chiude infatti con una segnatura per squadra, entrambe trasformate. I Vichinghi vanno a segno con una nuova ricezione in touchdown di Maniezzi alla quale si aggiungono due punti grazie al passaggio in meta di Ferlemann ricevuto da Paolo Testa.

L’ultimo quarto vede i cavallermaggioresi allungare la differenza punti con due corse in touchdown di Moumine che mette in scena le sue abilità aggiungendo ancora 12 punti al tabellone aiutato dalla grande prestazione della linea di attacco e dalla pressione di Silvio Ornati che ricava lo spazio al runningback per poter entrare in meta.

A pochi secondi dal fischio finale i Razorbacks mettono a segno ancora un touchdown riuscendo a penetrare la dura difesa Vichinga.

Il fischio finale alle ore 23:50 decreta i Vikings vincitori per 32 punti a 16.

Sono da segnalare le buone prestazioni dei team difensivo ed offensivo dei Vikings che hanno dimostrato una crescita importante dall’inizio del campionato con i sack di Alessandro Aragno, l’intercetto di Andrea Viotto, il blocco del punt di Gabriele Donalisio e le buone ricezioni di Domenico Chindamo e Alberto Saglia.

La grande capacità ed esperienza dell’Head Coach Paolo Bassi ha permesso agli atleti una crescita tecnica ed atletica costante, permettendo risultati importanti nonostante un roster di soli 22 giocatori contro i 34 giocatori della squadra avversaria.

I Vikings rimangono quindi in corsa per i play off con ancora due partite da affrontare in casa nelle giornate del 5 e 19 maggio contro i Blitz Balangero ed i Pirates Savona. La lunga pausa prima delle ultime due partite di regular season sarà determinante per migliorare le prestazioni e ridurre al minimo gli errorI.

La strada è ancora lunga ed i Vichinghi di Cavallermaggiore sono determinati per affrontarla al meglio.

I VIKINGS VINCONO AD ASTI PER 46 PUNTI A 0

NELLA CALDA DOMENICA ASTIGIANA I VIKINGS CONFERMANO IL SUCCESSO DELL’ANDATA A DANNO DEGLI ALFIERI

Alle 14.30 kickoff che consegna la palla in mano all’attacco cavallermaggiorese: i Vikings vanno subito in meta al primo drive grazie ad una corsa del running-back numero 23 Marwane Moumine, seguita da un tentativo di trasformazione fallito. La difesa vichinga non permette agli avversari di guadagnare terreno e regala la palla al proprio attacco che varca l’endzone una seconda volta grazie ad un preciso lancio del quarterback Peter Ferlemann ricevuto dal numero 80 Michele Viotto: si va così sul 12-0.

Il primo tempo prosegue a senso unico per i Vikings con un ottimo lavoro da parte della difesa che frena sul nascere i molteplici tentativi offensivi della squadra di casa: si registrano numerosi placcaggi e due importanti sack (placcaggi sul quarterback avversario dietro la propria linea di partenza) firmati Alessandro Aragno e Gabriele Donalisio.

Nel frattempo, l’attacco rossonero aumenta i punti a tabellone andando in meta grazie a quattro passaggi del QB Ferlemann ricevuti rispettivamente da Viotto M., Alberto Saglia, Moumine e ancora Viotto. Grazie alle due trasformazioni da due punti siglate dal tight-end Domenico Chindamo, le squadre vanno a riposo sul punteggio di 0-40.

Alla ripresa del secondo tempo le due compagini iniziano a soffrire il primo caldo e la stanchezza dettata da roster corti e pochi cambi. I Vikings realizzano un ulteriore ed ultimo touchdown grazie alla corsa di Moumine, non trasformata. Dal canto suo, la difesa cavallermaggiorese prosegue con la sua brillante prestazione mantenendo la propria endzone inviolata per la seconda partita consecutiva. In tal senso, da segnalare due pregevoli intercetti siglati dai cornerback Simone Daniele e Andrea Viotto.

Il fischio finale, sopraggiunto anzitempo a causa della mercy rule entrata in vigore a partire dal terzo quarto, sancisce il termine dell’incontro sul punteggio di 46-0 per i vichinghi cuneesi.

Alla terza partita di campionato i Vikings registrano miglioramenti e maggior affiatamento tanto in attacco quanto in difesa, concretizzando e concedendo pochi spazi agli avversari grazie alle chiamate dell’Head Coach Paolo Bassi che prosegue il suo lavoro portando migliorie tecniche e atletiche fondamentali per la crescita del team. Quanto visto sinora non è comunque ancora sufficiente per il raggiungimento dell’obiettivo playoff. Il prossimo incontro, sabato 6 aprile in casa della capolista del girone Razorbacks Piemonte, sarà un duro banco di prova per la compagine cavallermaggiorese e risulterà determinante per il prosieguo della stagione.