I VIKINGS BATTONO I THUNDERS TRENTO 32 A 6

GRANDE PRESTAZIONE DEI CAVALLERMAGGIORESI NELLA PRIMA DI PLAYOFF. ORA A RAVENNA LA SFIDA CON I SUPER FAVORITI CHIEFS


Un sabato sera da ricordare quello dei Vikings Cavallermaggiore che sul campo casalingo di via Fiume davanti ad un folto pubblico affrontano una bella partita e battono i Thunders Trento passando così il primo turno play off.

I pronostici non erano del tutto favorevoli: il roster dei cavallermaggioresi decisamente ristretto rispetto a quello della compagine trentina ed alcune assenze rischiavano di mettere in difficoltà i padroni di casa.

Il primo quarto parte con un touchdown dei Vikings grazie alla corsa del quarterback Peter Ferlemann ai quali vengono aggiunti i due punti della trasformazione eseguita grazie alla ricezione di Michele Viotto in area di meta.

Dopo pochi minuti ad aumentare ancora il punteggio con ulteriori due punti ci pensa il difensore Samuele Curiotto grazie alla Safety inferta all’attacco Thunders.

I trentini non si fanno attendere ulteriormente ed all’inizio del secondo quarto entrano in touchdown con un passaggio spettacolare, al quale non riescono ad aggiungere la trasformazione da due punti con una corsa prontamente bloccata dalla difesa vichinga. Fino all’intervallo una magistrale prova di forza delle difese non permette di fare ulteriori punti e la prima parte della partita si chiude così con il tabellone sul 10-6 per i padroni di casa.

La ripresa vede l’attacco Vikings ingranare con delle azioni davvero spettacolari che portano a segnare altri due touchdown nel terzo quarto, entrambi su passaggio di Ferlemann su Alberto Saglia, con una sola trasformazione da due punti riuscita, grazie al passaggio ricevuto da Domenico Chindamo direttamente in meta.

La difesa cavallermaggiorese riesce dal canto suo a bloccare ogni tentativo avversario, anche a pochi metri dalla propria area di segnatura, dimostrando una forte voglia di fare bene e una coesione importante.

L’ultimo quarto vede i vichinghi chiudere la partita con l’ennesima segnatura della coppia Ferlemann – Saglia, che con questa segnatura hanno messo la firma su una prestazione eccellente, così come quella della trasformazione realizzata da Chindamo.

La partita si chiude così con i Vikings che passano il primo turno di play off vincendo 32 a 6.

Onore ai Thunders Trento per la bella partita, combattuta e sempre corretta. Un match che anche il numeroso pubblico cavallermaggiorese ricorderà a lungo per la sua spettacolarità.

Dal canto dei padroni di casa sono da segnalare le prestazioni delle linee di attacco e difesa che hanno saputo fare del loro meglio per contrastare gli avversari e di tutto il team che ha saputo dimostrare tenacia e determinazione. Sabato sera i Vikings affronteranno a Marina di Ravenna i Chiefs Ravenna per tentare di approdare alle semifinali di conference. Sarà una partita difficile: gli avversari si sono classificati primi nel loro girone forti di una stagione perfetta conclusa senza sconfitte. I Capi indiani vantano una lunga storia di football con numerosi successi alle spalle e sicuramente vorranno ribadire le loro capacità, dal canto loro i vichinghi cavallermaggioresi, al primo campionato, giocheranno al meglio le proprie carte per provare a superare questa importante sfida.

VIKINGS BATTONO I RAZORBACKS

PARTITA DURA E COMBATTUTA CHE GRAZIE AL GRANDE RISULTATO DI 32 A 16 PERMETTE AI VIKINGS DI RIMANERE IN CORSA PER I PLAY OFF

Serata speciale quella di sabato presso il campo Cus di Grugliasco, casa dei Razorbacks Piemonte, dov’erano ospiti i Vikings Cavallermaggiore per una sfida tra le due new entry del girone che si sono dimostrate agguerrite e determinate. La partita era infatti importante per entrambe le squadre che con la sconfitta avrebbero dovuto dire probabilmente addio ai play off.

Si parte alle 21 con il kick off calciato dai Razorbacks che consegnano la palla ai Cavallermaggioresi che risentono del carico di tensione e non riescono a realizzare molto, dovendo così far entrare in campo la propria difesa che con perseveranza blocca ogni tentativo di avanzamento dei padroni di casa.

Il secondo drive dell’attacco vichingo porta il primo colpo di scena grazie ad una corsa di oltre 60 yards di Marwane Moumine che va dritto in touchdown portando il punteggio sul 0-6. La trasformazione viene annullata a causa di un fallo. Il primo quarto si chiude con un lavoro maestrale delle difese che non permettono avanzamenti importanti ad entrambe le compagini.

Il secondo quarto vede i Vikings subire una safety da parte dei cinghiali che sbloccano il loro tabellone con due punti. La reazione dei Cavallermaggioresi non si fa attendere troppo e quasi allo scadere del tempo entrano nuovamente in meta con la ricezione di Francesco Maniezzi sul passaggio del quarterback Peter Ferlemann. Non riesce la trasformazione da due punti e si arriva così all’intervallo con il punteggio di 2-12.

La ripresa vede entrambe le formazioni agguerrite con buoni giochi sia degli attacchi che delle difese che schierano tutte le proprie abilità per guadagnare ogni centimetro utile ad aggiungere punti sul tabellone.

Il terzo quarto si chiude infatti con una segnatura per squadra, entrambe trasformate. I Vichinghi vanno a segno con una nuova ricezione in touchdown di Maniezzi alla quale si aggiungono due punti grazie al passaggio in meta di Ferlemann ricevuto da Paolo Testa.

L’ultimo quarto vede i cavallermaggioresi allungare la differenza punti con due corse in touchdown di Moumine che mette in scena le sue abilità aggiungendo ancora 12 punti al tabellone aiutato dalla grande prestazione della linea di attacco e dalla pressione di Silvio Ornati che ricava lo spazio al runningback per poter entrare in meta.

A pochi secondi dal fischio finale i Razorbacks mettono a segno ancora un touchdown riuscendo a penetrare la dura difesa Vichinga.

Il fischio finale alle ore 23:50 decreta i Vikings vincitori per 32 punti a 16.

Sono da segnalare le buone prestazioni dei team difensivo ed offensivo dei Vikings che hanno dimostrato una crescita importante dall’inizio del campionato con i sack di Alessandro Aragno, l’intercetto di Andrea Viotto, il blocco del punt di Gabriele Donalisio e le buone ricezioni di Domenico Chindamo e Alberto Saglia.

La grande capacità ed esperienza dell’Head Coach Paolo Bassi ha permesso agli atleti una crescita tecnica ed atletica costante, permettendo risultati importanti nonostante un roster di soli 22 giocatori contro i 34 giocatori della squadra avversaria.

I Vikings rimangono quindi in corsa per i play off con ancora due partite da affrontare in casa nelle giornate del 5 e 19 maggio contro i Blitz Balangero ed i Pirates Savona. La lunga pausa prima delle ultime due partite di regular season sarà determinante per migliorare le prestazioni e ridurre al minimo gli errorI.

La strada è ancora lunga ed i Vichinghi di Cavallermaggiore sono determinati per affrontarla al meglio.